OPS! Abbiamo un problema di Jacob Grant

Orso è pieno di sicurezze. È sicurissimo di avere una casa pulitissima, ordinatissima e di saper fare ogni cosa nel modo migliore. Tra le certezze di Orso c’è anche quella di occuparsi nel migliore dei modi della sua amica di peluche Orsetta.

Ogni giorno puliscono la casa da cima a fondo in maniera impeccabile, ma una mattina mentre Orso rassetta si accorge di una cosa assai strana. Un libro è fuori posto. Orso è SICURISSIMO di non averlo lasciato in terra! Prende il libro per rimetterlo tra gli scaffali e si accorge che la casa è piena di ragnatele! Che disordine! Che sporcizia!

Un ragnetto dispettoso si sta divertendo a riempire la casa di ragnatele!

Lo cercano per tutta casa, da cima a fondo, ma è difficile da stanare. Nella foga di cercare il ragno succede una cosa terribile: Orsetta rimane incastrata con un braccio sotto ad un tavolo e Orso, nel tentativo di prenderla, inavvertitamente le strappa un braccio.

Orso è triste e dispiaciuto, cerca in tutta casa qualcosa per riparare la sua amica!

Quando torna da Orsetta con un kit di primo soccorso si accorge che qualcuno l’aveva aggiustata. Il ragnetto, con i fili della sua ragnatela, aveva ricucito il braccio della sua piccola amica!

Ad orso ora non davano più fastidio le ragnatele, la casa non sembrava più tanto in disordine, e il nuovo amico non era poi così male!

Alle volte essere troppo sicuri di qualcosa, ci porta a perdere o rovinare oggetti e rapporti a cui teniamo. Il libro, con semplicità, ci insegna quanto è bello aprirsi a nuovi amici, e quanto questi possono essere diversi da noi, di diverse forme, ma non per questo sbagliati.

Consigliato dai 2 anni

Annunci

Va Bene Se…di Isabella Paglia e Francesca Cavallaro

Quante volte ci sentiamo inadeguati, sbagliati o pensiamo di non essere “abbastanza”? Vorremmo essere più alti, più magri, più belli.

IMG_0972

IMG_0976

Questo libro racconta in modo delicato la bellezza della diversità, diversità intesa come caratteristica fisica e di pensiero.

IMG_0981

La diversità vista come una ricchezza. Perché ogni individuo è unico e prezioso proprio per questo.

Non importa di che colore sia la tua pelle, se porti gli occhiali o se la tua famiglia non è tradizionale.

È bello essere diversi!

IMG_0984

Consigliato dai 3 anni

Non voglio i capelli ricci di Laura Ellen Anderson

C’è una bambina con una testa piena di riccioli rossi, ma ahimè sono arruffati, crespi e si aggrovigliano ovunque!

Sarebbe bello averli lisci, vellutati e in ordine! Per questo la bambina le prova tutte..li pettina per ore con una grande spazzola, chiede ai suoi amici di tirarglieli forte, mette dei libri in testa sperando che il peso li schiacci.

IMG_0896

Sembra tutto inutile! Qualunque tentativo dopo poco le riporta ad avere una testa piena piena di boccoli!

Un giorno mentre era appesa a testa in giù sente una bambina che si lamenta:

IMG_0904

” i miei capelli sono inutili, sono così noiosi sono tutti DRITTI!..li vorrei..li vorrei..folti proprio come i tuoi!”

IMG_0919

Le bambine si guardano e scoppiano a ridere!

Che sciocche sono state a non apprezzare i loro capelli!

Ora che lo hanno capito giocano insieme mettendosi nastri e fiocchi in testa.

IMG_0921

Una storia che insegna ad accettarsi valorizzando le proprie qualità 🙂

Consigliato dai 3 anni

Facciamo i colori & I regali della natura di Helena Arendt

Se siete alla ricerca di libri che vi diano spunti per creare delle attività con materiali naturali vi consiglio questi due testi:

Facciamo i colori offre una serie di proposte per creare tinte naturali partendo da elementi quali i fiori, le piante o la terra. Le fotografie (veramente ben fatte) spiegano passo passo come estrarre le varie tonalità dai fiori e crearvi dei gessetti colorati, inchiostri o trucchi per il viso.

“I regali della natura” invece si concentra su quei materiali (chiaramente trovati in natura) che possono dare luce a idee molto più elaborate. Oggetti decorativi, cibi, bevande o anche dei regali speciali.

Tante diverse proposte a partire da un fiore, per creare delle saponette alle erbe, delle collane di fagioli o ancora sculture di argilla.

I libri sono rivolti a coloro i quali vogliono sperimentare, creare o reinventare materiali partendo da elementi naturali.

Li ho utilizzati spesso al nido per creare colori atossici anche per i più piccoli😊

Storie della buonanotte per bambine ribelli di Elena Favilli e Francesca Cavallo

Un libro molto discusso ancora prima che arrivasse in Italia. Quando l’ho sfogliato per la prima volta ero molto curiosa, perché i pareri erano davvero discordanti. C’era chi gridava al caso editoriale e chi invece non condivideva la scelta di alcuni personaggi.

Ad una prima lettura il libro è fatto molto bene, dalla scelta della copertina alle illustrazioni che accompagnano ogni biografia. Inoltre mi ha incuriosita molto la campagna di crowdfunding delle autrici, per questo prima di immergermi nella lettura ho fatto una piccola ricerca su di loro. Elena Favilli e Francesca Cavallo, sono una giornalista ed un’autrice e regista teatrale. Fondano la Timbuktu Labs, un laboratorio che crea prodotti innovativi dei media per l’infanzia. Grazie a questa fondazione riescono ad autofinanziare il progetto che porta alla realizzazione di Storie della buonanotte.

Nel libro troviamo 100 biografie di donne che in qualche modo hanno lasciato il segno. Politiche, pittrici, astronaute, musiciste, scienziate..

Ogni pagina descrive in maniera semplice la vita di queste donne in modo da renderla fruibile anche ai lettori più giovani. Come è normale che sia, ho trovato alcune biografie più interessanti di altre, tanto da cercare ulteriori informazioni sulle donne che non conoscevo e che avevano catturato la mia curiosità. Cosa che sicuramente avverrà anche tra i lettori più giovani in base ai gusti e le esperienze personali.

IMG_0664

Accanto ad ogni biografia c’è un’illustrazione disegnata da un’artista. Sono 60 le illustratrici che hanno collaborato a questo progetto e vengono da tutto il mondo.

IMG_0688

Aspettando l’arrivo del secondo libro ogni tanto mi rileggo alcune pagine in perfetto stile girl power 😁

Consigliato dagli 8 anni

Mia, Tua, Nostra di David Grossman

Come ogni giorno Lilli si reca a scuola. Saluta la mamma, e appena entra in classe posa la sua bambola Mirtilla dentro l’armadietto.

img_0096

Subito va a giocare con i suoi amici e prepara biscotti, canta e balla fino all’ora del pranzo. Dopo aver mangiato, sia Lilli che i suoi amici sono piuttosto stanchi, così ognuno di loro, prende dal proprio armadietto il peluche portato da casa per andare a fare il riposino. Lilli però non trova Mirtilla.

img_0097

Si guarda intorno e la vede in mano alla bambina più piccola della classe, gliela chiede indietro, ma Amalia non vuole proprio saperne. Così cominciano a litigarsi la bambola tirandola da un lato e dall’altro.

img_0101

La maestra si avvicina e chiede a Lilli come mai stesse cercando di prendere la bambola di Amalia. Lilli le dice che in realtà quella è Mirtilla, la sua bambola, e che la sua amica stava dicendo una bugia. 

img_0104

La maestra Gelsomina quindi richiede ad Amalia se la bambola fosse realmente la sua, e per fortuna, questa volta la bambina dice la verità. Confessa di averla presa perché si era dimenticata il suo coniglio di peluche. Gelsomina si scusò con Lilli per non averle creduto subito, e perché non sapeva che Mirtilla fosse la sua bambola. Lilli ora può andare a dormire tranquilla ma invita Amalia nel lettino e le lascia stringere Mirtilla visto che quel giorno la sua amica era senza il suo pupazzo preferito. Le due bambine ora possono addormentarsi serene sotto lo sguardo della loro maestra.

img_0106  

Un libro che ci fa capire l’importanza della condivisione e che affronta le prime frustrazioni che possono vivere i bambini.

Consigliato dai 4/5 anni 

Guizzino di Leo Lionni

In fondo al mare viveva una famiglia di pesci. Erano tutti rossi tranne uno, il suo nome era Guizzino, ed era nero come una cozza e velocissimo a nuotare. Un giorno un tonno sbucò dal nulla e si mangiò tutto il branco.

img_0079

Guizzino che era il più veloce di tutti riuscì a scappare in tempo. All’inizio era solo, triste e spaventato, ma poco a poco, prese coraggio e andò ad esplorare le meraviglie del mare. Questo lo rendeva felice.

IMG_0087.jpg

Girando incontrò un gruppo di pesci rossi, uguali al suo primo branco. Chiese loro di esplorare il mare come aveva fatto lui in solitaria, ma i pesci del nuovo branco avevano paura di essere mangiati. Guizzino pensò a lungo ad una soluzione, non poteva permettere che i suoi nuovi amici si perdessero i colori e le sorprese che il mare riservava. Così spiegò ai suoi amici cosa fare, si sarebbero dovuti unire tutti insieme e formare un pesce gigante. In questo modo avrebbero potuto scacciare i pesci più grandi senza la paura di essere mangiati, in modo da non dover più rinunciare alle nuove e belle esperienze che il fondale marino nascondeva. 

IMG_0085.jpg

Un racconto che che parla di amicizia, di coraggio e di collaborazione. Di come superare le paure con l’aiuto del gruppo e di come non privarsi delle cose belle che ci circondano😊

Consigliato dai 4 anni

Colori di Hervé Tullet

Lo ammetto ho un debole per Tullet, ma come si fa a non apprezzare un autore che nell’era dei videogiochi riesce a rendere interattivo un libro? 

Anche in questo caso si inizia da un semplice puntino grigio da premere, una..due..tre volte. 

img_0035

Arrivati tutti i colori il gioco può iniziare! La mano diventa un pennello magico che, toccando le diverse macchie di colore, le trasforma. Accarezzando un po’ di giallo con la mano sporca di blu appare il verde..schiacciando due pagine con sopra il rosso ed il giallo, ecco comparire l’arancione! 

img_0038

Un modo simpatico per far scoprire le varie combinazioni di colori primari ai bambini, dando loro la possibilità di sperimentare “dal vivo” cosa accade. 

Magico..come ogni suo libro!
Consigliato dai 3 anni